Quest’estate ci eravamo illusi di esser tornati alla normalità, pur indossando la mascherina e disinfettando in continuazione le mani col gel. Invece, eccoci nuovamente a contare decine di migliaia di persone positive al virus ogni giorno. Con lo spettro del lockdown alle porte, siamo a fare i conti con una classe dirigente che non ha fatto tutto ciò che poteva fare, con una ripartenza post-estiva troppo ottimistica, con alcune imprese in fortissima difficoltà. Inutile illuderci, purtroppo non siamo i soli a essere in ginocchio. Tutto il mondo è alle prese con il Covid-19.

Ma restano le domande fondamentali che ogni azienda deve continuare a porsi: abbiamo un prodotto o un servizio di cui il mondo ha bisogno in questo momento? Come possiamo adattare rapidamente la nostra offerta offrendo beni o servizi che sono ora prioritari o necessari? L’organizzazione è adeguatamente aggiornata in campo digitale? Tutto deve continuare ma con un assetto modificato, con strumenti adeguati al periodo, con una strategia adatta a ciò che il consumatore vuole e che gli è concesso ottenere.

Le aziende che in precedenza si basavano su vetrine su strada debbono definitivamente indirizzare i clienti sulle loro vetrine online. Molti negozi permettono ordinazioni via Web e la consegna a casa, molte palestre sono chiuse e offrono corsi di allenamento online per tutti i loro membri, i fornitori di servizi fanno assistenza in videoconferenza. In questo scenario mutato rapidamente, le aziende possono usare i loro punti di forza per fornire prodotti essenziali anche se tali beni sono al di fuori della loro attuale offerta di prodotti. Una cosa è certa: mentre i virologi-star danno le loro previsioni a reti unificate, chi fa business deve trovare il modo di superare la crisi con piani d’azione innovativi.

L’attuale pandemia non finirà presto, purtroppo. Ma il pensiero può portare nuove opportunità in grado di scatenare un nuovo potenziale dell’azienda, per superare gli impatti sociali ed economici del Covid-19 con l’ambizione di far crescere nuovamente il business.