Meno acquisti per abbigliamento, accessori e gioielli, più spese per viaggi, centri benessere, cibo e altre attività. È il messaggio che arriva dai ricchi Millennials degli Stati Uniti, secondo una ricerca condotta da Rbc Capital Markets che, a inizio settembre 2016, ha condotto un sondaggio su 563 consumatori tra i 18 e i 35 anni, con un reddito familiare superiore ai 100mila dollari, che avessero comprato un prodotto di lusso nei precedenti 12 mesi. Per l’abbigliamento vince Armani, seguito da Ralph Lauren, Chanel e Burberry. Nella gioielleria, Tiffany raccoglie il 49% delle preferenze, Cartier il 39% e Bulgari il 32 per cento. Negli orologi, si afferma Rolex (24% dei rispondenti) davanti a Fossil, Chanel, Tiffany e Cartier. Il messaggio che arriva dai giovani benestanti a stelle e strisce non è proprio tranquillizzante perché (…)

Leggi l’articolo su >www.pambianconews.com